PROSSIMO APPUNTAMENTO


giuseppe-mennoia-web.jpg

Da luned'ì 15 aprile a domenica 5 maggio Sazio Nolo 43 ospiterà le opere del Pittore acquarellista Giuseppe Mennoia, artista emergente che attraverso le sue opere interpreta i colori e le tematiche a lui care:

• la nuova Milano
• la disciplina del Pugilato
• la disciplina della Danza.


MOSTRE ED EVENTI PASSATI


evento-WillSeeDiffernet.jpg

Per il Fuori Salone 2019, Spazio Nolo ha ospitato Will See Different, un progetto di Exhibition Design.
Will see different nasce per dare voce ai vostri bisogni nell’ambito creativo, concretizzando le vostre idee perché ognuno di noi ha creatività, voglia di cambiamenti, di rinnovare ambienti, di comunicare la propria immagine, ma non tutti hanno hanno gli strumenti per poterlo fare in modo efficace.

Ma cosa fa Will see different, di preciso?

L'abilità principale di Will see different è quella di unire le proprie conoscenze e competenze nell’ambito della grafica, dell’interior design, dell’organizzazione di eventi, alle vostre idee, lavorando insieme, per rendere il vostro progetto unico.
Progetti di cui voi siete i creatori.

Ma chi puó aver bisogno di Will See Different?

Se avete un’azienda e dovete organizzare un evento o connotarvi con un’immagine più precisa, oppure volete rinnovare l’ambiente di lavoro, potete chiamare Will See Different.
Se siete un privato che vuole ristrutturare casa o rinnovare con piccoli interventi significativi potete chiamare Will See Different.
Se siete un artigiano con uno spazio da sostemare, un logo da creare o semplicemente scegliere i colori delle vostre pareti potete chiamare Will See Different.
Se avete un negozio e dovete rifare l’insegna, o dovete personalizzare le vetrine con disegni, schermature o scritte potete chiamare Will See Different.

Will See Diffenent di Roberta&Roberta - Roberta Canepa 338 6745135 | Roberta Spadoni 348 3828913


face-fit-web.jpg

Giovedì 4 aprile dalle 19 alle 20 Claudia Nigra vi insegnera come mantenere il proprio viso giovane, sano e in forma con la ginnastica facciale.
Con ginnastica facciale consiste in una serie di esercizi con cui stimolare la circolazione del viso, scolpirne i muscoli, prevenire le rughe d’espressione e contrastare l’indebolimento dei tessuti.
Basta un po’ di costanza e qualche minuto al giorno per trovare benefici semplici, economici e naturali.


locandina.jpg


Mercoledí 20 febbraio 2019 lo scrittore Steve Fortunato ha presentato “Nei miei panni”, una storia contemporanea. Una storia vera. Un imprenditore che si trova ad affrontare la chiusura della sua azienda a causa degli effetti della crisi economica. Anni duri e difficili, avvilenti, tra entusiasmi e sconforti, aggravati da problemi di salute contro i quali la determinazione e la caparbietà man mano si frantumano. Così si ritrova disoccupato, in una Milano quasi trasparente, e chiuso in se stesso rivive un passato di ricordi e un presente arido e mortificante. Impermeabile e indifferente agli stimoli è rassegnato a non reagire e a non riuscire più a ricostruirsi un futuro. Ma persone conosciute, amici, situazioni ritornano a ravvivare il suo passato, nella ricerca di una consolazione e di una ragione che potrebbero servire ad affrontare il domani.


23 febbraio_Presentazione Milano.jpeg

Sabato 23 febbraio 2019 si è svolto l’incontro con la scrittrice Marta Oldani che ha presentato il suo libro “Marta va in cittá”

Cresciuta in un piccolo paese di campagna, Marta decide di trasferirsi in città e qui si destreggia tra vita condominiale, rocamboleschi viaggi in metropolitana, luoghi caratteristici ed eventi cittadini, zombie 2.0, oggetti volanti e rabdomanti di reti Wi-Fi. In queste pagine si passeggia e si abita la città guardandola con gli occhi di Marta, indossando “lenti” velate da un pizzico di umorismo per cogliere il lato spiritoso e ironico delle circostanze in cui si imbatte.


a-domani-1200x510.jpg

In aprile 2018 Sergio Buttigé ha presentato il libro “A domani…” - Edizione Onereed.
Le letture in musica sono state accompagnate dal maestro Renato Caruso.


immagini.jpg

La leggenda di Rocky Marciano. Un campione e il suo vino.
Amarzo 2018 si è svolta la presentazione del vino Rocky Marciano della Cantina Ripa Teatina.
Cantina Ripa Teatina nasce nel 1970 come associazione cooperativa tra alcuni viticoltori, la Cantina conta oggi circa 400 soci, che coltivano ca. 700 ettari di vigneti, compresi nelle zone di Ripa Teatina, Francavilla al Mare, Bucchianico e Chieti. Negli ultimi anni l’impegno e la cura prestati nella coltivazione e nell’attenta vinificazione, legate alle tradizioni tramandate di padre in figlio e aperte al tempo stesso alle innovazioni tecnologiche, hanno portato la Cantina ad un alto livello qualitativo.
Il frutto del lavoro, della passione e dell’amore che i produttori infondono nella coltivazione dei propri vigneti e la continuità della tradizione di raccolta manuale, vengono affiancate ad un impianto tecnologicamente avanzato.

http://www.cantinaripateatina.it/it/


Schermata 2018-01-12 alle 15.03.48.jpg

Dal 10 gennaio al 10 febbraio 2018 Spazio Nolo 43 ha ospitato la mostra "Frammenti di colore" by Martin Cambriglia
Martin Cambrigia nasce a Buenos Aires nel 1982. Attualmente vive e lavora a Milano
Inizia a dipingere per gioco, attratto dalle matite e dalla capacità di sfumare. Inizialmente piccoli disegni, bozzetti surreali, poi il primo quadro ad olio nel 2000.
Nella sua vita musica e disegno sono sempre avanzate di pari passo. 
Nel 2015 fonda “Martin Studio” dove svolge e insegna attività di pittura, illustrazioni, grafica e design.
Martin Cambrigia si definisce "un autodidatta che usa la pittura per scrivere musica".

http://www.martincambriglia.com


26219344_770335663174505_2913374529757536411_n.jpg

Venerdì 19 gennaio 2018 si è svolta la vendita speciale di AltaModaMilano


“Tu, da un mare dimenticato   Accarezzi con nuove melodie   Le cicatrici della mia anima”

“Tu, da un mare dimenticato
Accarezzi con nuove melodie
Le cicatrici della mia anima”


"I colori dell'acqua" 
Dal 24 novembre al 23 dicembre 2017 a Spazio Nolo 43 sono stati esposit i dipinti ad acquarello di Riccardo Pozzani accompagnati dai versi di piera Donna

Riccardo Pozzani è nato nel 1973 a Milano, dove vive e lavora. Laureato in Ingegneria, è sempre stato appassionato di arte, in particolare di pittura e di musica.
Fin da piccolo ha amato disegnare, approdando alla pittura a olio nel 2007 e successivamente, nel 2016, all’acquerello.
E’ fervente appassionato della pittura di paesaggio, oggi forse un po’ trascurata e da riscoprire, perché affascinato dalla meraviglia e dallo stupore che la natura, più o meno intaccata dalla mano dell’uomo, sa generare in ognuno di noi. I suoi dipinti sono pubblicati sulla pagina Instagram “riccardo.pozzani”

Piera Donna è nata nel 1973 a Firenze, dove vive e insegna. Laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne, indirizza la propria ricerca nell’ambito delle arti poetiche e pittoriche.
Ha ricevuto premi per tre anni consecutivi (1993, ‘94, ‘95), per la sezione Poesia del concorso “Giovani”. 
Ha pubblicato nel 1995 la silloge poetica “Nel farsi di un volto” e nel 1998 la raccolta di poesie “Attesi da un incontro”. 
Ha fondato e gestisce la pagina Facebook “La poesia venne a cercarmi”.


foto.jpg

"Vita nella luce" by Luca Grippa

Luca Grippa nasce a Milano nel 1959, è geologo , docente e collaboratore di presidenza  del Civico Liceo linguistico Teatro alla Scala. Scrive poesie e coltiva la pittura, espressioni della sua passione per la vita. Nei dipinti si esprime con  opere  ad acquarello su carta e con pittura ad olio su tela. Ama i colori vivi.
Pubblica nel 2010 alcuni dipinti e poesie in “Il richiamo dei poli”, edito dal Circolo Culturale Bertolt Brecht,  piccola raccolta di dipinti e poesie che affronta  le tematiche della vita dell’uomo sospeso e attratto verso i poli estremi:  bambino-adulto, quiete-tempesta, sogno-realtà, luci e ombre…
Luca Grippa esprime e crea nuove armonie di colori che giocano tra loro, e l’artista con essi:  forma delle zone in cui i colori si compenetrano, pur mantenendo la loro identità originaria, un po’ come i figli, che hanno alcuni caratteri simili ai  genitori e altri così originali.

http://www.lucagrippa.com


vango-anchio-home2.jpg

Venerdì 29 settembre Vango anch’io produzioni ha presentato il suo nuovo catalogo.

Vango anch'io Produzioni” è un progetto che unisce parole, illustrazioni e creatività per dare vita a manufatti sostenibili, unici e imprevedibili.
La ricerca dei materiali è attenta e curata, così come le illustrazioni
e le parole che accompagnano le produzioni, e sono sfrutto di un continuo flusso creativo.
“Vango anch’io” mescola, trasforma e crea nuove storie per legno, tessuti, filati, bottoni, ceramica, verde e molto altro.
“Vengo anch’io” pensa che una balena può stare seduta comodamente sul sofà,
e che tutto quello che troverete nelle pagine del loro catalogo possa essere possibile…


tarocchi.jpg

Giovedì 21 settembre 2017 abbiamo Incontrato "I Trionfi"o i 22 Arcani Maggiori dei Tarocchi grazie a Caterina.

Consigli D'uso:
- leggere i Tarocchi con un approccio intuitivo, psicologico e, perchè no, anche divinatorio,
. scoprire che i Tarocchi sono un “libro di sapienza ”, amato, tra i molti, anche da C.G. Jung.
- è più interessante far luce sul presente che ipotizzare il futuro,
e molto altro.....

Caterina, appassionata di comunicazione, ha una formazione umanistica e psicologica. Fin da piccola affascinata dalla mitologia, ha studiato la simbologia del mondo astrologico e degli Arcani Maggiori dei Tarocchi, di cui insegna a interpretare il significato.
Insegnante di Lettere per 22 Anni (come il numero degli Arcani Maggiori dei Tarocchi), ha lavorato poi per anni in diversi settori. Dal Marketing presso le divisioni Libri, New Media e Pirola per il Gruppo Sole 24 ore, alle Indagini Qualitative Motivazionali per importanti Istituti di ricerca (come Eurisko, Abacus, CRA Nielsen), dal 2005 ha concentrato la sua attività professionale sulla Comunicazione e la Formazione. 
Tiene conferenze, corsi, workshop sullo sviluppo del potenziale umano e l'orientamento al lavoro.
Attualmente lavora come consulente senior nel campo della comunicazione e della formazione per Aziende, Enti pubblici e privati.


immagine.jpg

Mostra "Distopia" 
Venerdì 8 settembre si è svolto l’incontro con l'autore di Distopia: Manuel Macadamia.

Distopia è un mondo quasi dimenticato; un mondo abitato da esseri che non siamo più abituati a vedere.  Sembrano personaggi dei fumetti che leggevamo da piccoli,  dei cartoni animati con cui siamo cresciuti, ma le loro storie sono ben più complicate di quanto non ricordassimo. A Distopia vivono bambinicostretti a combattere robot malvagi che li hanno resi schiavi, e che una volta erano umani come loro. Assassini senza scrupoli che uccidono per arricchirsi; strani alieni che orbitano attorno al pianeta e controllano tutto e tutti.  Gli esseri umani che sono sopravvissuti sono malati e stanchi di combattere un nemico che non riescono a vedere. C’è persino qualche specie che credevamo scomparsa che è tornata per mettere in guardia il mondo e salvarlo dall’estinzione. A Distopianon ci sono eroi o cattivi, ma solo personaggi; ci sono idee con intorno una linea e dentro dei colori: le vite di tutti sono appese a un filo e sta a chi li osserva scegliere come andrà a finire, chi vincerà e chi sarà sconfitto.  La loro storia non è ancora stata scritta; loro ci sono, adesso tocca a noi.


cover-low.jpg

A giugno 2017 SpazioNolo 43 ha inaugurato il suo spazio eventi ospitando la mostra fotografica 'In viaggio con Wondy' organizzata da "Wondy Sono Io" - Associazione per la diffusione della cultura della resilienza.

La mostra è dedicata a Francesca Del Rosso, amica, giornalista e scrittrice che per sei anni ha affrontato e raccontato con il sorriso e l’ironia il tumore che l’aveva colpita.

Una quindicina di tavole raccontano la vita di Francesca e il suo alter ego Wondy. 

'Wondy ovvero come si diventa supereroi per guarire dal cancro' (Rizzoli, 2014) è un romanzo che vuole dire a tutti che siamo dei super eroi.

Wondy è una donna che ama la propria vita, caotica e disordinata. Il lavoro da giornalista, due bambini piccoli, la Iena e Attilino, le serate tra amici, i viaggi e un marito meraviglioso: non farebbe a meno di nessuna di queste cose.
Quando le vengono diagnosticati due “sassolini” al seno, deve tirare fuori tutta la sua forza, il suo carattere agguerrito, ma anche saper accettare la propria estrema fragilità, per guardare al futuro e affrontare le curare nel migliore dei modi. 

www.wondysonoio.org